social, web marketing

Community e obiettivi: come gestirli

flat image con donne e simboli social

La community è ciò che dà valore al tuo brand o alla tua azienda. I tuoi obiettivi sono ciò che definisce il tuo rapporto lei. Se offri qualità avrai valore.

Con community qui non intendo i gruppi di facebook e le persone che si raccolgono in un luogo digitale per comunione di interessi, ma parlo del tuo bacino di persone che ti seguono e interagiscono con te.


Sei un libero professionista?
Devi esserci.

Sei un brand?
Devi esserci.

Sei un’azienda?
Devi esserci.

Sei una stratup?
Devi esserci.


E ora tu ti chiederai “perché devo essere sempre presente dappertutto?”

No non devi essere presente dappertutto, ma devi essere dove si trova la tua audience, dove si trovano i tuoi possibili clienti, dove si trovano le persone che possono essere interessate a te. Quindi devi saper scegliere, come già abbiamo detto qui.


Come fare quindi a spiccare nel mondo dei social?
Partiamo dal presupposto che oggi il numero di follower su instagram o di “mi piace” sulla pagina di facebook, non sono un obiettivo, non sono un target da raggiungere. Non è nemmeno una metrica considerabile. Non è quello il numero da prendere in considerazione per valutare il successo. Oggi la presenza online si valuta guardando la qualità dei contenuti e la capacità di ingaggiare. Sono le interazioni che danno valore al tuo brand.

Quello che ha valore oggi è la community che abbiamo creato intorno a noi.
Cosa intendo per community?
La community è il gruppo di persone, più o meno grande, che interagisce con noi nei nostri profili social. Sono coloro che ascoltano, supportano, commentano, condividono e sostengono il brand.

Ed è é proprio la community che oggi ci consente di avere visibilità, di ampliare la divulgazione del nostro messaggio in modo organico.

Chi fa parte di questa community?
Devi individuare il tuo target personas e non in modo superficiale e ampio, ma cercando di capire bene i suoi interessi, quelle che sono le sue passioni, il suo stile di vita le sue caratterisatiche demografiche…

Spesso abbiamo diversi target da individuare, ed è per questo che esiste un target primario, e dei target secondari.

A seconda del mercato in cui operiamo cambieranno i riferimenti per individuare queste entità.


Ad esempio se sei una Onlus la tua community non sarà formata da clienti, ma sarà composta da:
* associati
* persone rappresentate dall'Onlus
* possibili donatori
* professionisti che operano nel settore della Onlus. 

Una volta che hai individuato il tuo target di riferimento a cui comunicare devi ingaggiarlo, devi far sapere dove sei. Spesso non utilizziamo tutte le risorse che abbiamo per coinvolgere la tua community e richiamarla nei nostri profili, e facciamo un grande errore.
Come muoversi allora con quali strumenti creare la community?


 

  • Richiama i tuoi clienti magari attraverso mail o newsletter settimanale. Il tuo cliente, presente o passato, è uno dei tuoi migliori sostenitori.
  • Fai campagne di advertising.
  • Utilizza i canali di messaggistica, come gli sms e whatsapp, per promuoverti.
  • Offri freebie.
  • Se promuovi un locale fisico o degli store offline promuoviti lì.

Ricordati però che non basta fare queste azioni solo all’inizio per creare la community, ma è un’azione costante da portare sempre avanti.

Come fare però per mantenere la community attiva?

Crea contenuti ad hoc per loro. Una volta che avrai individuato il tuo target paresonas, e quindi hai capito quali sono gli interessi, e cosa potrebbero trovare in te, devi iniziare a creare contenuti di qualità.

I contenuti di qualità sono quelli che ti permetteranno di avere una audience felice e soddisfatta. Quindi sarà la tua prima sostenitrice e il tuo primo veicolo di espansione.

Che tipo di contenuti creare?


 

  • Crea dei contenuti di valore che rispettino i desideri della tua community. Se hai diversi target personas crea diverse tipologie di post e contenuti in modo da poter soddisfare tutti.
  • Crea rubriche o appuntamenti fissi, così che chi ti segue possa prenderti come riferimento e venire nella tua pagina a cercare post.
  • I contenuti non devono essere creati solo per i tuoi consumatori, ma devono essere definiti e pensati secondo i tuoi obiettivi di business!
  • Crea contenuti gratuiti di cui chi ti segue possa fruire.
  • Prova, cerca e testa, diverse tipologie di contenuti strategici e business-oriented

Anche in questo caso vale il discorso fatto anche per creare la community: è un lavoro che va portato avanti nel tempo, non va fatto una volta sola ma va costantemente aggiornato.

Ricordati è fisiologico avere la community che prende e perde follower. Tutti noi ci innamoriamo di un brand lo seguiamo, lo sosteniamo, poi ce ne allontaniamo.

Abbiamo parlato di obiettivi, perchè sono così importanti?

Gli obiettivi nella creazione e mantenimento della community sono importanti come nel tuo business.

In questo caso stiamo parlando di creare un percorso per step che andrà a portare il nostro target personas a compire un’azione, che sarà il nostro obiettivo di business. Anche in questo caso il lavoro non termina con il raggiungimento dell’obiettivo, ma è un lavoro costante nel tempo.

Quali sono questi obiettivi che dobbiamo inseguire?


 

  • Il tuo obiettivo primario, sia che tu sia un brand, un’azienda o un professionista, sarà dunque quello di farti conoscere, mostrare la tua identità e il suo valore.
  • Coinvolgere la sua community per fare informazione e per raccontare la sua storia.
  • Analizzare e definire quindi le nostre target personas, perché saranno loro i nostri clienti e i fruitori del nostro servizio.
  • Creare e mantenere un legame con la tua audience.

Ricordati che la community è la tua forza, curala e mantienila sempre attiva e soddisfatta.

Author


Avatar